San Paziente – Un po’ di Pane Spirituale per Camminare in Cristo – venerdì 11 settembre 20

0
171 views
CONDIVIDI:

Venerdì, XXIII Tempo Ordinario – S. Paziente – PRIMA LETTURA 1Cor 9,16-19.22b-27 – Dal Salmo 83 (84) – VANGELO Lc 6,39-42

Riflessione quotidiana al Vangelo per camminare in Cristo: «Fratelli, annunciare il Vangelo non è per me un vanto, perché è una necessità che mi si impone: guai a me se non annuncio il Vangelo!». In quanto battezzati siamo tutti chiamati non sono a riconoscere le meraviglie di Dio operate in nostro favore, ma anche di testimoniarle al prossimo. Il mondo attende da noi l’annuncio di liberazione e di consolazione. Dio ci ama! Come vivo questo amore gratuito e misericordioso del Padre? Cristo ha vinto sulla Croce con la sua morte e risurrezione! Cosa significa per me vivere da risorto? Lo Spirito Santo è stato riversato nei nostri cuori con abbondanza! Come lo lascio operare dentro di me, come mi lascio plasmare? Siamo chiamati ad annunciare, ma l’annuncio parte dall’esperienza: devo conoscere Dio, stare con lui, ascoltarlo, lasciarlo operare, cogliere il suo modo di fare, scoprire i sentimenti del suo cuore. Agli altri, poi, annuncerò ciò di cui io stesso ho toccato e udito. Se manca questo rapporto intimo personale ed ecclesiale con Cristo rischio di portare agli altri me stesso o una mia idea di Dio, una mia opinione, un Dio inventato da me. Ecco il rischio sottolineato dal Vangelo: essere ciechi che guidano altri ciechi! Un catechista o un educatore che non vive tale intimità con Dio, nel silenzio, nella preghiera, nel rapporto con la Parola, cosa porta agli altri? E così per un consacrato, un genitore o un sacerdote: cosa annuncerà se Gesù Cristo non è al centro del suo cuore?

Vangelo (24 gennaio) Oggi si è compiuta questa Scrittura

Pane di oggi: Guai a me se non annunciassi il Vangelo, o Dio, ma guai a me se invece di annunciare il Vangelo annunciassi le mie idee personali, le mie esperienze umane o le mie frustrazioni. Che il mio cuore sia colmo di te, Gesù. La tua Parola nelle mie labbra, i tuoi sentimenti nelle mie azioni. Che io resti nella tua Luce.
Sarà un mio onore testimoniare Cristo, sempre e ovunque.

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=110

CONDIVIDI:



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here