San Clemente – Un po’ di Pane Spirituale per Camminare in Cristo – lunedì 23 novembre 20

0
129 views
CONDIVIDI:

Lunedì, XXXIV Tempo Ordinario – San Clemente – PRIMA LETTURA Ap 14,1-3.4b-5 – Dal Salmo 23 (24) – VANGELO Lc 21,1-4

Riflessione quotidiana al Vangelo per camminare in Cristo: «In verità vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti». L’episodio della vedova al Tempio ci mette in guardia da alcuni difetti sempre presenti nel nostro cuore: il giudizio temerario, la maldicenza, la calunnia e ogni altro pensiero teso a condannare il prossimo, a stilare classifiche per stabilire chi è buono e chi no, chi merita e chi no, chi è santo e chi no. Il Catechismo della Chiesa Cattolica parla di questi pericoli e affronta questi peccati inserendoli all’interno dell’ottavo comandamento: non pronuncerai il falso contro il tuo prossimo. Capita, con-fessandoci, di affermare che abbiamo detto delle bugie; ma difficilmente comprendiamo come quei pensieri di cui sopra, avvelenano la verità sul prossimo in noi e diffondono la menzogna spacciandola per verità. Chi conosce il cuore dell’uomo se non Dio soltanto? Chi sa quali sono le reali intenzioni del nostro prossimo? Chi può dire quali siano le radici, le ragioni di un certo comportamento, anche apparentemente errato? Nel vedere la vecchietta che gettava due spiccioli era facile prenderla per una tirchia, per una che non amava Dio o il Tempio. Quanti falsi giudizi muoviamo contro il nostro prossimo! Gesù invece ci insegna a guardare il cuore, a tacere dinanzi alle apparenze, a non giudicare per non essere noi stessi giudicati.

Pane di oggi: Che grande dono sono i sensi, o mio Signore! Attraverso la vista, l’udito, ecc… noi comprendiamo la bellezza che ci circonda e l’armonia che hai creato. Possiamo percepire e contemplare la gioia dell’essere diversi ma uniti in te. Ma se usati male, i sensi diventano motivo di guerra e divisione, di giudizi malevoli e di offesa contro il fratello. Purifica, o Dio, i nostri sensi, perché siano a servizio della tua gloria, pieni della tua grazia.
Azione: Userò i miei sensi per dare gloria a Dio e mai per giudicare.

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=1

Il martirio di San Clemente' di Pier Leone Ghezzi - riproduzioni di quadri  e stampe su misura!

San Clemente è stato il 4° vescovo di Roma con il nome di Papa Clementi I, spesso chiamato Clemente Romano per riconoscerlo dall’omonimo Alessandrino. Considerato un Padre della Chiesa, il suo pontificato è durato circa dal 92 al 97, e ancora oggi è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Si ritiene che Clemente fosse stato consacrato vescovo da Pietro stesso e poi da lui scelto per succedergli nell’ufficio ma che avesse rifiutato. In seguito, fu di nuovo scelto da papa Anacleto come suo successore, ventiquattro anni dopo.

CONDIVIDI:



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here