Un Po’ di PANE Spirituale per Camminare in CRISTO giovedì 25 Giugno 20

0
123 views
CONDIVIDI:

Giovedì, XII Tempo Ordinario – S. Massimo – PRIMA LETTURA 2Re 24,8-17 Dal Salmo 78 (79) – VANGELO Mt 7,21-29

Riflessione quotidiana per camminare in Cristo: «Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli». Gesù insegna con autorità, dirige i nostri passi con i suoi insegnamenti e ci mette in guardia dai pericoli che ci assediano. Oggi, in particolare, ci invita a non fermarci alle parole ma a concretizzare con lui il nostro edificio spirituale. La nostra quotidiana esperienza ci ricorda che, seppur è giusto fare progetti, analisi, riflessioni… se alle parole non seguono i fatti, nulla sarà mai realizzato. Abbiamo un progetto da realizzare e le parole, per quanto belle, vere e convincenti, certamente non bastano. Chiediamoci se anche noi siamo tra coloro che parlano tanto e costruiscono poco, che si perdono in devozioni e novene, in propositi e digiuni, ma non hanno un progetto, delle direzioni nella vita, degli obiettivi da raggiungere. C’è ancora un’altra categoria da cui guardarci: sono coloro che costruiscono, ma senza Dio: non realizzando il progetto di santità e di gioia pensato dal Padre, ma realizzando progetti umani, inseguendo architetture effimere, fondate sulla sabbia delle debo-lezze umane e sui pericoli ad essa annesse. Innalzano grandi idee che poi, al primo colpo di venti cadono giù. Corrispondono a quel seme che cresce rigoglioso ma senza radici: a primo giorno di siccità o di vento, viene giù e secca per sempre.
Pane di oggi: Gesù, io credo che tu sei la Via: solo tu hai progetti solidi, che portano salvezza e gioia duratura. Io credo, Signore, che tu sei la Verità: non ci sono altri terreni su cui fondare la nostra vita, non vi sono ideali che possano sostituire la tua sicurezza. Credo, o mio Dio, che tu sei la Vita: più forte di ogni tempesta, vittoriosa oltre ogni morte. Apri i miei occhi alla tua volontà e donami la grazia di non vivere di parole ma di realizzare fatti.
Cosa mi chiede Dio? Lo sto realizzando? Su quale terreno?

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=110

CONDIVIDI:



Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO