Santa Teresa di Gesù Bambino – Un po’ di Pane Spirituale per Camminare in Cristo – Giovedì 1 Ottobre 20

0
382 views
CONDIVIDI:

Giovedì, XXVI Tempo Ordinario – S. Teresa di Gesù Bambino – PRIMA LETTURA Gb 19,21-27b – Dal Salmo 26 (27) – VANGELO Lc 10,1-12

Riflessione quotidiana al Vangelo per camminare in Cristo: «In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé». La missionarietà, il diritto e il dovere della evangelizzazione, appartiene a tutto il popolo di Dio. Mentre per il sacerdozio ministeriale, per l’istituzione della Eucaristia, della Riconciliazione e degli altri Sacramenti, il Signore sceglie e istituisce il collegio dei Dodici (gli Apostoli), per l’aspetto missionario convoca e invia 72 discepoli, rappresentanti l’intera Chiesa (72 è un numero biblico che indica tutti i popoli della terra). È bello non solo fermarsi a contemplare questo mistero di inclusione di tutti i fedeli, chiamati ad annunciare il lieto messaggio della salvezza, ma anche vedere di come il Signore li ricolma di carismi: «guarite i malati che vi si trovano». La religione non è un fatto personale, essere cristiani non è una dimensione intima e distaccata dagli altri. Cristo ci chiama all’unità e alla comunione: dalla comunione con lui nascono i carismi, nasce la pace da donare agli altri. Nella comunione con Dio troviamo il fondamento del nostro essere luce e sale per il mondo. Nella comunione con i fratelli risplende la gioia piena che niente e nessuno potrà rubarci o turbare.

Pane di oggi: Signore tu mi chiami a servirti nel mondo, mi rendi luce per illuminare chi giace nelle tenebre e nell’ombra di morte, con la forza della tua Parola mi rendi strumento di gioia e di speranza, messaggero di pace e di salvezza. Mi chiami a seguirti, o Dio, e mi chiami a farlo nella Chiesa, attraverso la Chiesa e mai senza di essa, perché essa è il segno visibile della unità in te, è il sacramento efficace dell’opera dello Spirito Santo in noi. Donaci ogni carisma perché il mondo creda e credendo si apra alla gioia. Donaci di essere testimoni credibili del tuo amore.
Sentirò l’urgenza e la gioia di portare a tutti la pace di Dio.

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=1

Santa Teresa di Lisieux

Nacque ad Alençon in Francia nel 1873, da genitori cristiani. Compì i suoi studi presso le benedettine di Lisieux. All’età di 15 anni, dopo numerosi tentativi e suppliche, ottenne il permesso di entrare nel monastero delle Carmelitane di Lisieux. Praticò in modo particolare l’umiltà, la semplicità evangelica e la fiducia in Dio, e queste medesime virtù insegnò soprattutto alle novizie con la parola e con l’esempio. Il 30 settembre 1897 esalava l’ultimo respiro. Fu canonizzata nel 1925. Giovanni Paolo II l’ha dichiarata Dottore della Chiesa il 19 ottobre 1997.

Santa Teresa del Bambin Gesù, la Santa dei paradossi
La vicenda umana e spirituale di Teresina di Lisieux è una delle più paradossali della storia della Chiesa che la festeggia il 1° ottobre. Morta quasi sconosciuta a 25 anni, nel monastero di Lisieux, da dove non si mosse per tutta la vita, è venerata a livello mondiale. Dottore della Chiesa, patrona delle missioni, protettrice dei malati di Aids e di altre malattie infettive, ha scritto Storia di un’anima, uno dei capolavori della spiritualità di tutti i tempi.

La novità della sua spiritualità, chiamata anche teologia della “piccola via”, consiste nel ricercare la santità, non nelle grandi azioni, ma negli atti quotidiani anche i più insignificanti, a condizione di compierli per amore di Dio.

PREGHIERA

Piccola Teresa, vittima d’amore per il Signore, patrona delle missioni, modello delle anime semplici e confidenti, mi rivolgo a te come una grande sorella molto potente e amorevolissima. Ottienimi la grazia che ti chiedo, se questa è la volontà di Dio. Sii benedetta, piccola Teresa, per tutto il bene che ci hai fatto e ti auguro di prodigarci ancora fino alla fine del mondo.
Sì, sii mille volte benedetta e ringraziata di farci così toccare in qualche modo la bontà e la misericordia dei nostro Dio! Amen.

CONDIVIDI:



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here