San Marciano di Siracusa – Un po’ di Pane Spirituale per Camminare in Cristo – venerdì 30 ottobre 20

0
140 views
CONDIVIDI:

Venerdì, XXX Tempo Ordinario – S. Marciano di Siracusa – PRIMA LETTURA Fil 1,1-11 – Dal Salmo 110 (111) – VANGELO Lc 14,1-6

Riflessione quotidiana al Vangelo per camminare in Cristo: «È lecito o no guarire di sabato?». Il Signore conosce il cuore degli uomini, sa che è capace di grandi gesti di generosità e solidarietà, ma anche di tanta indifferenza e crudeltà. Ma non vi sono solo uomini buoni o cattivi: esistono anche coloro che pur essendo cattivi vogliono apparire buoni, utilizzando a tal fine ogni pretesto e rivestendosi di falsità pur mantenendo una parvenza di onestà. Si tratta, ad esempio di quanti affermano di essere cristiani, ma non vanno mai in chiesa e non frequentano i Sacramenti: essi da un lato si mettono dalla parte dei giusti, dall’altra affermano con onestà la loro lontananza dalla Chiesa, ma corrono subito ai ripari e “imbiancano” la facciata giustificandosi che è per colpa dei preti che scandalizzano, o perché devono badare alla famiglia, devono lavorare o altre cose urgenti che giustificano la coscienza, salvano la dignità e giustificano lo scostamento tra fede e vita quotidiana. Oppure quanti si dichiarano favorevoli a gesti di carità come l’accoglienza indiscriminata di chiunque, difendendo certe posizioni neanche fossero dogmi proclamati e indefettibili, ma poi sono incapaci di accogliere chi gli sta accanto, non hanno mai un pensiero per chi è solo o nel bisogno, non si lasciano mai coinvolgere in concreti gesti di carità. A ciascuno di noi, anche oggi, Gesù chiede: «ti vuoi sentire giusto attraverso parole e leggi astratte o ti vuoi impegnare a vivere nella carità?”.

Pane di oggi: Come siamo bravi, Gesù, a trovare sempre motivazioni per puntare il dito sugli altri, per criticarli e condannarli, e nel contempo riuscire a trovare per noi giustificazioni e leggi per continuare a farci la nostra vita, senza fatiche, senza conversione. Fa’ che possiamo essere guidati dall’amore e non dall’egoismo.
Azione: Cosa faccio per vivere gesti concreti che liberano e salvano?

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=1

CONDIVIDI:



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here