S. Egidio – Un po’ di PANE Spirituale per Camminare in CRISTO martedì 1 Settembre 20

0
153 views
CONDIVIDI:

Martedì, XXII Tempo Ordinario – S. Egidio – PRIMA LETTURA 1Cor 2,10b-16 – Dal Salmo 144 (145) – VANGELO Lc 4,31-37

Riflessione quotidiana per camminare in Cristo: «Nella sinagoga c’era un uomo che era posseduto da un demonio impuro». La realtà dell’esistenza del demonio è una verità di fede ampiamente documentata in tutta la Sacra Scrittura, come anche nella intera storia della Chiesa e negli insegnamenti spi-rituali e magisteriali. Ciò nonostante, purtroppo, non è difficile imbattersi in “cristiani” (compresi religiosi e sacerdoti!) che ne negano l’esistenza o l’azione malefica a danno dell’uomo e del creato in genere. Sembrerebbe una posizione assurda e fuori da ogni logica cristiana, ma san Paolo, nella Prima Lettura ci offre una qualche spiegazione affermando che «l’uomo lasciato alle sue forze non comprende le cose dello Spirito di Dio: esse sono follia per lui e non è capace di intenderle, perché di esse si può giudicare per mezzo dello Spirito». Il Concilio ci ricorda che “al Dio che si rivela (con particolare riferimento alla rivelazione biblica) è dovuta l’obbedienza della fede” (DV 5). È la presenza nella Bibbia del demonio, di Satana, del Maligno, come tentatore, come distruttore di unità sociale e familiare, come calunniatore, come ladro e assassino, è attestata dalle prime pagine (il serpente del peccato originale) fino alle ultime (il dragone dell’Apocalisse che viene definitivamente sconfitto). Contemplare tale realtà demoniaca è ricordare la necessità della prudenza e della vigilanza, della preghiera e dell’abbandono in Dio. Ma è anche fiducia in Colui che ha sconfitto il peccato e la morte, lode a Dio per il suo amore totale, redentivo e fedele.

Vangelo (24 gennaio) Oggi si è compiuta questa Scrittura

Pane di oggi: O Spirito Santo, Luce dell’anima mia, che conosci anche le profondità di Dio, donaci la sapienza divina che allontani da noi le convinzioni umane, insegnandoci le cose spirituali ed eterne. Donaci la tua forza e possederemo il pensiero di Dio.
Starò saldo nella fede con la preghiera e l’obbedienza a Dio.

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=110

CONDIVIDI:



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here