Un Po’ di PANE Spirituale per Camminare in CRISTO domenica 19 luglio 20

0
120 views
CONDIVIDI:

Domenica, XVI Tempo Ordinario – S. Macrina – PRIMA LETTURA Sap 12,13.16-19 – Dal Salmo 85 (86) – SECONDA LETTURA Rm 8,26-27 – VANGELO Mt 13,24-43

Riflessione quotidiana per camminare in Cristo: «… mentre tutti dormivano, venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al grano e se ne andò». Questa domenica siamo anzitutto chiamati a benedire la giustizia di Dio: egli è il Giusto e agisce sempre con somma sapienza ed equità, ma soprattutto agisce sempre per il bene di noi sue creature e figli amati. La Prima Lettura mette in luce questo volto misericordioso del Signore: egli è indulgente e attende che il peccatore si converta e ritorni a lui per perdonargli oltre ogni merito. Dio ha seminato nei nostri cuori ogni buon seme: la grazia, la sapienza, la forza, la carità e ogni altra virtù. Esse crescono in noi, nel campo della nostra vita, per mezzo dello Spirito Santo, il quale intercede per noi, prega in noi e ci guida nelle vie che conducono al Padre (Seconda Lettura). La pienezza di questa semina è avvenuta in noi con il Battesimo, ma il diavolo, come leone ruggente ci gira intorno aspettando il momento propizio (cfr 1Pt 5,8), attende che venga meno la nostra vigilanza per sferra-re i suoi attacchi: ed ecco che comincia a seminare in noi senti-menti di sfiducia, di rabbia, di orgoglio, di sconforto… Ecco perché è importante vigilare sempre (cfr Mc 13,35; Ef 5,15). Non basta benedire Dio per aver seminato in noi, bisogna anche esaminare bene e a fondo se stessi, vigilando con un continuo esame di coscienza, perché rimanga retto il nostro agire.
Pane di oggi: O Dio, ti lodo e benedico perché con abbondanza e genero-sità hai seminato ogni virtù nel mio cuore. Per mezzo dei Sacramenti la tua grazia è in me per l’opera dello Spirito Santo. Invoco il dono della vigilanza: dammi luce per scorgere le astute insidie del Maligno e forza per contrastare le sue subdole tentazioni. Con la tua luce possa respingere ogni seme di male.
Vigilanza e preghiera sono le armi per custodire la grazia.

fonte: http://www.madredellaparola.it/?page_id=11

CONDIVIDI:



Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO