Premier Incaricato da Mattarella, Giuseppe Conte lo accetta con riserva, “sarò l’Avvocato...

Premier Incaricato da Mattarella, Giuseppe Conte lo accetta con riserva, “sarò l’Avvocato degli Italiani”.

0
361 views
Di Battista all'attacco di Mattarella: "Non si opponga agli italiani". La lunga giornata del Colle

Mattarella. Affida l’incarico a Conte che lo accetta con riserva.                                                                                                                                                                                  “Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano”. E sul piano internazionale “confermo la collocazione europea dell’Italia”

Il presidente del Consiglio indicato da Di Maio e Salvini ha ricevuto l’incarico. Conte tornerà nei prossimi giorni al Quirinale per sottoporre al capo dello Stato la lista dei ministri. La fiducia in Parlamento è attesa per la prossima settimana. “Quello che si appresta a nascere sarà il governo del cambiamento, dalla parte dei cittadini, che tuteli i loro interessi. Mi accingo ora a difendere gli interessi di tutti gli italiani, in tutte le sedi europee ed internazionali, dialogando con le Istituzioni Europee e con i Rappresentanti di altri Paesi”.

Quello che si appresta a nascere – ha detto il professore nella sua prima dichiarazione da presidente incaricato – sarà il governo del cambiamento, dalla parte dei cittadini, che tuteli i loro interessi. Mi accingo ora a difendere gli interessi di tutti gli italiani, in tutte le sedi europee ed internazionali, dialogando con le Istituzioni Europee e con i Rappresentanti di altri Paesi. Mi propongo di essere l’avvocato difensore del popolo italiano. Sono disponibile a farlo senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilità.

Quanto al programma, il giurista ha sottolineato: “Se riuscirò a portare a compimento l’incarico esporrò alle Camere un programma basato sulle intese intercorse tra le forze politiche di maggioranza”. Mentre sul piano internazionale: Con il Presidente della Repubblica abbiamo parlato della fase impegnativa e delicata che stiamo vivendo e delle sfide che ci attendono e di cui sono consapevole, così come sono consapevole della necessità di confermare la collocazione europea e internazionale dell’Italia.

Conte ha comunque ottenuto l’idoneità a professore ordinario di diritto privato nel 2002, attraverso un concorso bandito dalla Seconda Università di Napoli, Facoltà di Giurisprudenza: «Riportando l’unanime giudizio favorevole di tutti i membri della commissione di concorso».

Attualmente a Firenze è professore ordinario di Diritto privato, mentre alla Luiss insegna Diritto privato nella facoltà di Economia ed è responsabile scientifico dal 2006 del corso “Giurista d’impresa”. È componente del Comitato scientifico della Fondazione italiana del Notariato e di varie associazioni scientifiche, italiane e straniere, nel campo del diritto privato e del diritto commerciale, nonché lui stesso autore di numerosissime pubblicazioni scritte nel corso della carriera. È anche condirettore della nuova collana Laterza dedicata ai “Maestri del diritto” e componente della commissione Cultura di Confindustria.

Nato 54 anni fa a Volturara Appula, paesino nell’entroterra di Foggia, figlio del segretario Comunale Nicola Conte e di Lillina Roberti, maestra elementare. Quando era ancora piccolo, la famiglia si trasferì a Candela e in seguito a San Giovanni Rotondo per seguire il lavoro del padre.  Nel 1988 si è laureato in giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma, (110 e lode), per intraprendere quindi la carriera di Avvocato Civilista. Dal 1992 al 1993 è stato borsista presso il CNR. Conseguita nel 2000 l’idoneità a Professore Associato di diritto privato e nel 2002 a  Professore Ordinario, ha insegnato presso la LUMSA, l’Università Roma Tre e  l’Università di Sassari. Insegna attualmente come Professore Ordinario presso l’Università di Firenze e presso l’Università LUISS.  Il 18 settembre 2013 è stato eletto dalla Camera dei Deputati come componente laico del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa. Successivamente ne diventa vicepresidente.                                                 A partire dal 2013 è stato membro del Comitato Promotore della Fondazione “Voa Voa”.

 



Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO