Biologico è sapere cosa si mangia con prodotti di stagione PROMO presso il centro commerciale “I Mandorli” pomodorino BIO Az. tracciata a filiera corta

0
1.478 views
Molte persone rifiutano il cibo biologico ritenendo che sia niente di più che una questione di moda del 21° secolo che interessa i ricchi nevrotici: si tratta ovviamente di una valutazione distorta. Non c’è niente di nuovo o alla moda nel cibo biologico- fino agli anni ’50, tutto ciò che abbiamo mangiato è stato prodotto in maniera bio. Al contrario, è proprio ‘il cibo bio a dover essere considerato “normale”, e non i prodotti derivanti dalla coltivazione a carattere industriale, di tipo agrochimico, arrivati sui nostri scaffali da pochi decenni. Se la salute – la propria o quella della vostra famiglia – è la vostra principale preoccupazione, allora forse la causa più importante è limitare l’esposizione ai residui di pesticidi che si trovano abitualmente negli alimenti non biologici.
L’agricoltura biologica è l’unica forma di agricoltura controllata in base a leggi europee e nazionali.

Non ci si basa, quindi, su autodichiarazioni del produttore ma su un Sistema di Controllo uniforme in tutta l’Unione Europea…TRACCIABILITA’…Il termine “agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere).

Alcuni dei prodotti ammessi , che troviamo in natura ed utilizzati in BIO sono :

tipo insetticida: olio minerale, piretrine , bacillus thuringiensis,ecc.

 tipo fungicida: rame, zolfo, bicarbonato di potassio, olio di chiodi di garifano,ecc.

tipo concimi: residui di colture, concimo organico (tipo letame), ecc.

oltre a fare lunghe rotazioni colturali e lavorazioni manuali (tipo ZAPPA…)

Le aziende agricole che producono con il metodo biologico devono poi documentare ogni passaggio su appositi registri predisposti dal Ministero, ciò assicura la totale tracciabilità.

Il metodo produttivo
È definito dal punto di vista legislativo a livello comunitario con il Regolamento CEE 2092/91, e a livello nazionale con il D.M. 220/95.

Sai cosa mangi
Sapere cosa si mangia significa conoscere nelle linee essenziali in che modo un alimento è prodotto in tutti i suoi passaggi, dal campo al punto vendita, in questo sono racchiuse un insieme di regole cui deve sottostare la produzione e la distribuzione di un cibo, uno o più organismi indipendenti che controllano l’applicazione delle norme e la certificano ai consumatori.

Una “buona alleanza” fra agricoltori e consumatori, è necessaria per avere un’agricoltura che produca cibi buoni, sani, amici della giustizia e dell’ambiente.

I metodi di agricoltura biologica sono molto più benigni, la fauna selvatica è del 50% più abbondante nelle aziende biologiche, che, inoltre, sostengono in media il 75% in più di specie vegetali e possiedono il 50% in più di specie impollinatrici rispetto alle aziende non biologiche…  piccola  riflessione…

fonte: redazione  mikpi



Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO