Auto Elettriche: non fanno diminuire la CO2 globale!!!

1
1.921 views

Uno studio effettuato in Inghilterra dà uno schiaffo morale all'auto elettrica, sostenendo che il motore alimentato a batteria non è poi così tanto a "emissioni zero", ma inquina quasi come quelli a benzina che vorrebbe sostituire.

L'agenzia Which?, al servizio dei consumatori di Sua Maestà, ha rilevato una questione molto semplice già sollevata lo scorso autunno dal settimanale  Economist: che ha assunto una posizione decisamente controcorrente di questi tempi: "sebbene rappresentino un'evoluzione gradita, le auto elettriche non sono né tanto utili né tanto verdi quanto si sostiene".

Le implicazioni sono presto fatte: attaccare la spina dell'auto alla rete di corrente significa che ne deve essere prodotta di più con conseguente aumento di combustione di carbone. Ma non solo: la diffusione su larga scala delle emissioni zero potrebbe richiedere la costruzione di altre centrali che rilascerebbero nell'aria quelle sostanze che si vorrebbe evitare dalle auto silenziose e pulite. Insomma: è come il cane che si morde la coda.

Poi si afferma che con la diffusione di queste auto si passerà dal bruciare benzina al bruciare carbone, sottolineando di non essere contrario in linea di principio a questi veicoli ma di cercare di far capire all'opinione pubblica le conseguenze di tale politica.

Finché non si riuscirà a derivare significative forme di energia dalle fonti rinnovabili come il sole e il vento, le auto elettriche non risolveranno un bel niente e gli impianti generatori di energia emetteranno sempre più mercurio, CO2 e altri gas serra.

Se da un lato è innegabile che queste macchine non emettono CO2 durante l'utilizzo, è anche vero che l'elettricità necessaria per ricaricarne le batterie deve essere, per forza di cose, prodotta da centrali elettriche che a loro volta produrrebbero tale gas in maniera supplementare, contribuendo all'inquinamento globale.

Uno studio simile venne fatto lo scorso anno in Germania,  con il risultato che il governo frenò la diffusione di tali veicoli. E anche diverse altre organizzazioni ambientaliste internazionali, al momento, sono dello stesso avviso.

fonte:www.motori.it



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO