AUTO ELETTRICA, sin dall’800 le prime

1
4.312 views

a cura di Performedia

Il debutto delle auto elettriche in listino è ormai imminente. L’ambiente ne ha bisogno e la carica dei veicoli che dirà addio al petrolio è attesa come una specie di “manna” caduta dal cielo. Un’idea che ha il sapore del progresso, della tecnologia che inesorabilmente avanza, anche se le discussioni e le perplessità su questo tipo di auto restano più che mai aperte.

Quello che incuriosisce è però un altro fatto: sapevate che nella New York di fine Ottocento le vetture mosse dalla trazione elettrica fossero una realtà già nota? Non solo, era addirittura “consolidata”, rappresentando la tonda cifra del 90% dei taxi della “Grande Mela”. Strano a crederci, ma è proprio così!

Un picco toccato tra il 1899 ed il 1900 grazie agli sforzi della “Wagon Company” di Philadelphia che in pratica dotò della propria flotta tutti quelli che sarebbero divenuti successivamente i famosissimi “Yellow Cab”.

Tesla a parte e pochissimi altri esempi, ancora oggi sono però le prestazioni a seminare il dubbio maggiore sull’eventuale successo di vetture prive di un serbatoio. I 100/140 Km/h sono l’obiettivo minimo e c’è da ammettere che le Case si stanno sforzando ad ottenere risultati sempre migliori .

E quelle di 100 anni fa? Le cronache del 1902 raccontano di rilevazioni prese in circuito decisamente interessanti per l’epoca con alcuni modelli elettrici in grado di viaggiare fino ad 80 Km/h, o addirittura spingendosi ai 120 orari! Certo, in questo caso era l’autonomia a farne le spese, ma parliamo di una contraddizione che affligge anche le elettriche contemporanee.

Qualche esempio di discrete autonomie d’altri tempi? La Columbia Runabout viaggiava ad esempio per 64 Km con una singola ricarica ed ancora meglio fece una “certa” Morrison che percorse la bellezza di 292 Km prima di fermarsi… peccato che in questo caso parliamo di automobili che superavano a malapena la velocità di 15 Km/h…

Ci chiediamo quindi: se in questo secolo il “programma elettrico” non fosse stato accantonato (a parte una breve parentesi sperimentale degli Anni ’60 ed ovviamente l’ultimo periodo) oggi saremmo ad un diverso punto d’arrivo? Chissà, di certo c’è che con l’avvento della catena di montaggio firmata da Henry Ford e la scoperta di alcuni giacimenti petroliferi in Texas ed Oklahoma le auto a benzina batterono facilmente la concorrenza delle elettriche.

Benzina e vetture tradizionali costavano molto meno, parliamo di circa 500 Dollari per una Ford e di 3.000 per un’alternativa a “corrente”… un listino “sestuplicato” quindi e che in pratica ci riporta a termini molto simili all’attuale situazione… come andrà a finire questa volta?

A.Macaluso



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO